“Venti di improvvisazione”: l’arte dell’improvvisazione teatrale al Teatro del Vigentino

di Antonella Damiani

Una doppia e significativa ricorrenza si celebra al Teatro del Vigentino di via Matera, in occasione della stagione 2017-18, come si capisce dal titolo scelto per omaggiare sia i 20 anni di attività dell’attrice Isabella Cremonesi che i 40 anni di vita del Match d’Improvvisazione teatrale a livello mondiale.

Isabella Cremonesi, direttore artistico del Vigentino, regista e attrice, riconferma la sua passione per il metodo dell’improvvisazione e della sperimentazione in scena con diverse proposte di spettacoli, corsi e laboratori teatrali.

La Cremonesi ha fondato il Teatro del Vigentino con l’intento di creare un luogo di libera espressione artistica: «Entrando in via Matera» afferma Isabella «si respira un’aria di casa, un’atmosfera speciale creata dalle storie del passato e dalle persone che qui si incontrano. L’area dove sorge il teatro era appartenuta alla mia famiglia, una cascina trasformata nel secolo scorso in vari depositi e proprietà. Nonostante la ristrutturazione del teatro sia stata impegnativa sino all’inaugurazione avvenuta il 30 settembre 2005 oggi è, con mio orgoglio, la Casa dell’Improvvisazione Teatrale a Milano».

Isabella Cremonesi, attrice, regista e direttore artistico del Vigentino

Gli spettacoli, considerando comprensibilmente il numero crescente di spettatori in dodici anni di attività,  si svolgono presso il Teatro del Vigentino e vengono, per alcune date, ospitati presso il Politeatro di Viale Lucania.
Il cartellone della stagione, costituita prevalentemente da spettacoli di improvvisazione, propone format molto amati dal pubblico che citano il teatro d’autore al femminile (La città delle dame), si ispirano alle redazioni dei giornali (Edizione straordinaria), alla scuola (Asino) e persino alla moda milanese dell’aperitivo, anche in versione inglese (Ah…Però!). In programma anche Teatro in tavola, con storie improvvisate e aneddoti su menù e commensali.

Da non perdere anche Il Corpo dell’amore, unico spettacolo di teatro-canzone all’insegna della comicità, ideato da Isabella Cremonesi: l’attrice interpreta ben nove diversi personaggi che ci racconteranno la propria idea sull’amore, col supporto dei suoi musicisti, i “Vigenteeners” Marina Milzoni al contrabbasso, Mattia Mugnai al violino e Giulio Larovere alla chitarra che accompagneranno le diverse storie e atmosfere.

Il teatro del Vigentino

Nella ricorrenza dei primi 40 anni del Match d’Improvvisazione (1977-2017), ideato a Montréal dagli attori canadesi Robert Gravel e Yvon Leduc, si svolgeranno sul palco del Politeatro e chiaramente del Vigentino, sede ufficiale del Match a Milano, i match classici tra i maestri di varie scuole italiane ma anche tra gli amatori, con sfide a tema: Uomini vs Donne, Match letterario, Match radiotelevisivo, La sfida del metrò e La sfida delle città.
Oltre alla stagione teatrale il Vigentino, sede anche dei laboratori coreografici di Enrique Pardo del Pantheatre di Parigi, organizza workshop e corsi per adulti e bambini, come il laboratorio creativo “PiccoliGrandiAttori” per la scuola elementare, e attività formative per improvvisare subito in scena (“Monologhi” e “Lettura corale”).

Improvvisatori in scena

Alla scoperta dell’improvvisazione dunque, per conoscere e imparare quest’arte di gruppo, che può rivelarsi un valido strumento per migliorare l’attitudine all’ascolto e alla spontaneità, creando uno spettacolo grazie all’interazione, migliorando la propria sensibilità ma soprattutto divertendosi.

©A.D.

Milano, 26 settembre 2017

Bookmark the permalink.

Comments are closed